Fotovoltaico Toscana: Provincia di Arezzo al primo posto

di Fil Commenta

In Toscana, nella sola Provincia di Arezzo, è presente il 20% di potenza da fotovoltaico dell’intera Regione. Ad annunciarlo è stato Andrea Cutini, Assessore provinciale all’ambiente e all’energia, sottolineando di conseguenza come per la produzione di energia da fonte solare la Provincia di Arezzo sia la prima in assoluto nella Regione Toscana; in particolare, sul territorio aretino al momento la potenza installata è pari a ben 50 MW, tanta quanta ne basta per garantire il risparmio annuo di ben 25 mila tonnellate di anidride carbonica (CO2), e la produzione di energia elettrica in grado di soddisfare il fabbisogno energetico annuo di ben 15 mila famiglie.

Da questi numeri in Provincia di Arezzo si riparte con le rinnovabili, ed in particolare con il fotovoltaico, tenendo comunque in debito conto ed in debita considerazione, come spiegato dall’assessore, l’entrata in vigore del Decreto Romani ma anche la Legge regionale, la numero 11 sulle aree agricole, che creerà comunque delle forti restrizioni.

Escludendo settori dell’economia tradizionali ed importanti in Provincia di Arezzo come quelli dell’oro e della moda, il fotovoltaico e, più in generale, la filiera delle rinnovabili sul territorio aretino offre lavoro a parecchie migliaia di persone. L’Assessore ha altresì messo in risalto come tra i Comuni della Provincia sia quello di Arezzo dove c’è la maggiore potenza da fotovoltaico in esercizio; ma ci sono anche tanti piccoli e medi Comuni virtuosi da questo punto di vista, tra cui Loro Ciuffenna, Chiusi della Verna, Lucignano, Laterina e Caprese Michelangelo.

Il tutto a fronte di un’ampia granularità degli impianti fotovoltaici presenti sul territorio provinciale; basti pensare che su un totale di 1.821 impianti fotovoltaici, attualmente oltre mille e seicento hanno una potenza installata al di sotto dei 20 kilowatt. E per il futuro è attesa una buona crescita andando a considerare quelli che sono gli impianti non ancora in esercizio, ma già autorizzati, e quelli che invece sono in via di autorizzazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.