Insetti per combattere la fame nel Mondo

di Valentina Ierrobino Commenta

Si è svolto in questi giorni un importante convegno presso il Royal Entomological Society di Londra, la società inglese  fondata nel 1883 per la diffusione e la divulgazione di informazioni tra gli entomologi e per lo studio degli insetti.

I ricercatori hanno proposto di far fronte ai problemi di alimentazione nel Mondo e alla crescente domanda di cibo, attraverso una dieta a base di…insetti. L’ipotesi è stata accolta non senza interesse dalla Fao.

Gli entomologi inglesi hanno dimostrato che l’alimentazione basata sulla carne e lo sfruttamento dei terreni per l’allevamento costa all’ambiente i 2/3 dei terreni agricoli mondiali, tolti quindi all’agricoltura, e il 20% delle emissioni totali di gas serra che danneggiano l’ozono e contribuiscono al riscaldamento globale. Come ha spiegato lo studioso Arnold Van Huis, dell’Università belga di Wageningen,

C’é una crisi della carne. La popolazione mondiale crescerà da 6 a 9 miliardi entro il 2050 e sappiamo anche che il consumo di carne è aumentato drasticamente: 20 anni fa la media era 20 kg ora è di 50 e sarà 80 nei prossimi 2 anni. Se continuerà davvero in questo modo, avremo bisogno di un altro pianeta.

Sostituire la carne dalla nostra alimentazione con una dieta a base di insetti, cibi già adottati in alcuni Paesi, non comporterebbe mancanze nutrizionali per il nostro organismo, difatti gli insetti sono ricchi di proteine, vitamine e minerali. E l’allevamento di insetti, di cui ne sono state classificate  1700 specie commestibili, abbatterrebbe le emissioni di gas serra, lo spiega il ricercatore Van Hius

l’allevamento di locuste, grilli e vermi emetterebbe 10 volte meno metano rispetto al bestiame

e fino a 300 volte in meno sarebbero le emissioni di protossido di azoto, senza contare la produzione di ammoniaca prodotta dall’allevamento di pollame e maiali. Insomma, a detta degli esperti il mangiare insetti è salutare per il nostro organismo e per l’ambiente, ora occorre solo trovare il coraggio di ingoiare cavallette, bruchi, grilli..

[Fonte: Ansa]

[Foto: idrogenetico]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.