Risparmiare l’acqua con una dieta equilibrata: Virtual Water, poster da cucina

di Sara Muscogiuri Commenta

L’acqua dolce è una risorsa fondamentale per la nostra vita e per quella del pianeta e, per non consumarne troppa, possiamo optare per un regime alimentare basato sulla quantità di acqua impiegata per produrre questo o quell’alimento.

Questa l’idea di Timm Kekeritz, designer tedesco che per la creazione del suo Virtual Water, poster da appendere in cucina e a cui far riferimento ogni volta che si prepara il pranzo, si è ispirato a dati scientifici che spiegano quanta acqua ci è voluta per produrre quello che mangiamo. Per produrre un pezzo di formaggio ci vogliono 2500 litri d’acqua, per una sola bistecca di manzo quasi 5000 litri.


Questo è solo un lato del poster: dall’altro Kekeritz illustra quanta acqua consuma ogni paese per il consumo di beni e servizi per i suoi abitanti. Lo scopo della divulgazione del poster (ordinabile on-line per soli 25 euro) è la sensibilizzazione della popolazione mondiale ad un consumo critico e consapevole per il risparmio dell’acqua, una delle risorse più preziose esistenti al mondo.

Parallelamente, e a proposito di acqua, vi segnalo anche l’iniziativa di Amref Italia, con la campagna SprecoMenoSubito, che raccoglie fondi per la costruzione di pozzi in Africa, ricordandoci che l’acqua è salute e vita. L’iniziativa è valida fino al 22 aprile.

Cosa ne pensate di queste iniziative, tra loro diverse, ma miranti a sensibilizzarci attivamente sul problema dello spreco e della mancanza d’acqua? E voi, come evitate lo spreco d’acqua nella vita quotidiana?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.