Record di volo per un aereo a zero emissioni senza pilota: quasi 24 ore di fila

di Paola P. 1

Lo Ion Tiger, un aereo senza equipaggio con celle a combustibile alimentate a idrogeno sviluppato dal Naval Research Laboratory, ha appena registrato un record ufficioso di volo: ha volato per 23 ore e 17 minuti su un’area di prova. E ha fatto il tutto con emissioni zero.

Viaggiando in aria per quasi un giorno intero, il record del Tiger riguarda la durata di volo per un veivolo a motore a celle combustibile. Queste celle svolgono un ruolo a bordo non solo super-efficiente, ma il sistema elettrico con celle a combustibile ha una propulsione super silenziosa, un altro vantaggio durante l’atterraggio, in quanto il motore è a combustione interna. È relativamente leggero, tutto il piano pesa solo 37 chili.

Secondo quanto riportato su Science Daily:

I 550-Watt (0,75 CV) a bordo delle celle a combustibile dell’Ion Tiger hanno circa 4 volte l’efficienza di un motore a combustione interno comparabile. Il sistema fornisce 7 volte l’energia l’equivalente al peso delle batterie.

Quindi che cosa significa il nuovo record, diverso da quelli che annunciano i guadagni aumentando l’efficienza grazie alla tecnologia delle celle a combustibile? Ciò significa che può essere un aereo militare di nuova generazione, silenzioso e pulito, in grado di volare anche senza fare rifornimento per un giorno intero. Non è detto però che servirà per i bombardamenti. Visto il poco peso, non potrebbe portare armamentari, ma potrebbe essere utilizzato più che altro per rifornire di viveri le popolazioni nei posti di guerra.

I piccoli aerei senza pilota assumono sempre maggiore importanza per le missioni militari, in quanto forniscono funzionalità che vanno dalla raccolta di informazioni di sorveglianza ai collegamenti di comunicazione. UAV Electric ha la funzione aggiuntiva di essere praticamente indistinguibile da terra. A causa dell’alta energia nel sistema di celle a combustibile a bordo dell’Ion Tiger, è ora possibile fare missioni di lunga durata con un UAV elettrico, consentendo in tal modo una gamma più ampia di velocità di crociera e la riduzione del numero di lanci e sbarchi ogni giorno.

Fonte: [Treehugger]

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.