Expo 2015, padiglione Cina: Terra di speranza, cibo per la vita

di Redazione 1

Presentato il padiglione nazionale della Cina per l’Expo 2015 di Milano: la superpotenza asiatica avrà il secondo padiglione più grande dell’esposizione dopo quello della Germania, con una superficie di 4590 metri quadri. Il tema scelto è Terra di speranza, cibo per la vita, perfettamente in linea con il tema generale dell’Expo 2014: Nutrire il pianeta, energia per la vita.

Il padiglione della Cina all’Expo 2015 di cui tratteremo oggi è quello nazionale. La Cina sarà infatti presente all’esposizione nel capouluogo milanese con ben tre padiglioni distinti: quello nazionale, quello della multinazionale Vanke e quello CCUP, China Corporate United Pavillion, che riunisce una cordata di più di 20 società del paese. Il padiglione della Repubblica Popolare Cinese all’Expo di Milano si presenta, come anticipato, con un progetto dal tema Terra di speranza, cibo per la vita, fortemente orientato alla sostenibilità ecologica e alimentare, alla valorizzazione delle tradizioni e alla necessità di trovare il giusto equilibrio tra sviluppo economico e preservazione del pianeta.

Il design del padiglione cinese è ispirato agli ideali di armoniosa convivenza e sostenibilità ambientale, e la struttura fa uso di materiali naturali e tradizionali come il riso e il bambù. Il progetto del grande padiglione dell’Expo 2015 di Milano è ispirato alle onde di grano, ovvero alle onde che si generano sui grandi campi coltivati a grano, che vanno a combinarsi, in maniera suggestiva, con le linee architettoniche tradizionali cinesi, dando vita a una struttura in parte “urbanamente riconoscibile”, in parte ispirata a immagini naturali. Il tetto composto di bambù permette un filtraggio ottimale della luce solare e un risparmio in termini di consumi energetici. Nel padiglione cinese saranno presenti numerosi schermi attraverso i quali i visitatori potranno approfondire i temi presentati, tra i quali abbiamo anche il calendario agricolo tradizionale cinese, il significato culturale dell’agricoltura per la Cina, gli elementi tipici della tradizione cinese tout court, dalle iscrizioni su ossa oricolari ai terrazzamenti di riso. L’area Natura permetterà inoltre una notevole immersione in quello che è lo sconfinato ed eterogeneo paesaggio naturali dell’enorme Cina, tra campi, fiumi, montagne, flora e fauna.

Il padiglione della Cina all’Expo 2015 di Milano sarà inoltre animato da numerosi eventi: performance di tipo teatrale, scambi culturali, conferenze, forum e seminari che si susseguiranno di continuo per intrattenere, informare e invitare alla partecipazione i visitatori. Non mancheranno inoltre alcuni grandi chef che prepareranno piatti tradizionali cinesi e spettacoli culinari.

La presenza di visitatori cinesi sarà notevolissima all’Expo 2015, se si considera che secondo una stima nemmeno troppo aggiornata, sono già stati venduti mezzo milione di biglietti dai tour operator cinesi. Il commissario unico Giuseppe Sala ha commentato come segue la notizia:

Un risultato importante che ci avvicina, ad 11 mesi dall’apertura, al nostro obiettivo di portare ad Expo 1 milione di turisti cinesi nel 2015. La partecipazione della Cina è davvero straordinaria per massa critica, ma anche e soprattutto per qualità, segnale forte dell’impegno di un grande Paese che vuole mostrare e spiegare nei dettagli la sua politica agricola, la storia e le innovazioni del futuro. Sono certo che quella cinese sarà fra le presenze di maggior successo ad Expo Milano 2015, che offrirà al Paese una strategica opportunità per far conoscere meglio la propria cultura e il proprio contributo alla grande sfida di uno sviluppo sostenibile per le prossime generazioni.

Photo credits |Expo2015.org

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.